• recensioni
    recensioni

“Non c’è niente che non va, almeno credo” di Maddie Dawson

La nonna, prossima ai novanta e con qualche acciacco, è invece particolarmente agguerrita e anticonformista, non le piace l’amore per il quieto vivere della nipote, vorrebbe altro per lei. Ma ciò che sembra eternamente uguale, a volte cambia rapidamente. Jonathan riceve una proposta di lavoro che richiede un cambio di residenza e propone a Rosie, dopo quindici anni, il matrimonio. Cominciano così i preparativi di queste nozze un po’ tardive, non gradite da Soapie e molto attese invece dalle amiche della sposa. La nonna, inoltre, rifiuta una badante classica e si fa assistere nel quotidiano da un baldo giovane, del tutto lontano da ciò che la nipote ha pensato per lei. La vicenda, che ha per protagoniste le due donne e il loro passato, si intreccia gradevolmente, non priva di sorprese che portano ad un epilogo inatteso, attraverso momenti di ironia, commozione, sentimento.

Dato che Il cuore ha quasi sempre ragione, parliamone insieme, scrivetemi